Pavimenti tessili

Per tutti i tipi di moquette

Pulizia manutentiva
È consigliabile togliere ogni giorno lo sporco superficiale come pelucchi, peli di animali, polvere, sabbia, sassolini e quant’altro, affinché non venga compresso sul fondo. Utilizzare un battitappeto con spazzola rotante, badando che quest’ultima sia regolata all’altezza del pelo del tappeto. I battitappeti non possono essere utilizzati per i tappeti a pelo lungo o grossolano. Le cure quotidiane – passare l’aspirapolvere e smacchiare – sono fondamentali per la pulizia del tappeto e prolungano gli intervalli tra le pulizie intermedie e quelle a fondo.

Pulizia intermedia
Se alcune parti del tappeto sono più sporche di altre (per esempio zona di passaggio, area dell’ingresso ecc), è consigliabile procedere a una pulizia intermedia.
• Passare bene il battitappeto
• Trattare adeguatamente le macchie (vedi tabella delle macchie)
• Pulire a secco per esempio con una polvere detergente. Sono esclusi da questo trattamento i rivestimenti kugelgarn e i feltri agugliati. Osservate le raccomandazioni di cura e pulizia del fabbricante.

Pulizia a fondo
Oltre alla cura quotidiana e alla pulizia intermedia, ogni rivestimento tessile ha periodicamente bisogno di una pulizia a fondo secondo il grado di sporco, ma in ogni caso necessaria quando una grande superficie del tappeto è sporca.
La pulizia a fondo elimina nel limite del possibile tutto lo sporco e il rivestimento riacquista l’aspetto e le caratteristiche d’utilizzo iniziali. La pulizia a fondo dovrebbe essere affidato a uno specialista dotato di apparecchiature idonee e capace di scegliere la procedura migliore in funzione del tipo di posa, del grado di sporco e delle caratteristiche del tappeto.

La pulizia a fondo si esegue con i seguenti metodi:
• Iniezione ed estrazione (esclusi i doppi pavimenti, i tappeti posati senza essere incollati, i tappeti con il retro in iuta e le moquette tese)
• Shampoo
• Combinazione dei due metodi
• Pulizia a secco come da indicazione del fabbricante
I pulitori a vapore non sono adatti!

Tappeti in lana naturale
Nel corso delle prime settimane successive alla posa, le fibre corte si staccano ed emergono dalla superficie del tappeto, rivelando in tal modo la qualità del tappeto stesso. Per tenerlo pulito, è sufficiente passare bene l’aspirapolvere. Si consiglia di utilizzare prodotti con un pH neutro, perché le sostanze alcaline sono dannose.

Tappeti orientali/berberi/kilim/tappeti annodati a mano/tappeti tessuti a macchina
Secondo le sollecitazioni cui è esposto, il tappeto orientale deve essere pulito da uno specialista. È rischioso pulirlo in casa, da soli. Ogni tappeto orientale è un pezzo unico ed esige grande attenzione per salvaguardarne le particolarità in fatto di materiale, struttura e colorazione.
La pulizia di questi tappeti richiede grande perizia, motivo per cui è meglio rivolgersi al vostro partner SEEBER/TENDACOR. La pulizia professionale comprende il lavaggio del tappeto, che viene così liberato da tutte le particelle di sporco appiccicose e appuntite. Dopo una pulizia a regola d’arte, il tappeto orientale ritorna come nuovo e i colori riacquistano la luminosità iniziale.

Trattamenti contro le macchie
Il successo dell’operazione dipende dal riconoscimento del tipo di macchia e dalla procedura di pulizia. Tutte le indicazioni fornite in merito a detergenti e metodi si riferiscono all’ambito privato e a tappeti al 100% in lana naturale. I tappeti in fibre sintetiche o miste non possono essere trattati alla stessa maniera.

Smacchiatura

  • Gli smacchiatori per gli abiti vanno benissimo anche per i tappeti. Versare lo smacchiatore sempre su un panno bianco e tamponare la macchia. 
  • La macchia va trattata al più presto possibile.
  • Togliere con cura lo sporco depositato in superficie con un cucchiaio o con un coltello e spazzolate.
  • Se la macchia è causata da un liquido, tamponare con un panno assorbente bianco o con carta da cucina. Non strofinare. Con l’acqua minerale gassata si possono togliere tante macchie, l’importante è intervenire subito.
  • Nella tabella delle macchie sono riportati altri metodi per smacchiare.
  • Per verificare la compatibilità del materiale da trattare col detergente, effettuare una prova in un punto nascosto.
  • Non applicare mai lo smacchiatore direttamente sul tappeto, ma sempre su un panno.
  • Trattare la macchia dall’esterno verso l’interno. Non strofinare, ma tamponare.
  • Dopo aver fatto agire lo shampoo come da indicazioni del produttore, toglierlo con un panno assorbente. Sciacquare con acqua pulita e lasciare asciugare bene. Non camminarci sopra. Quando il tappeto è perfettamente asciutto, passare l’aspirapolvere.
  • Come regola generale, provare sempre prima con acqua pulita. Di solito è sufficiente per togliere la macchia.
  • È importante togliere ogni residuo di detergente, altrimenti il tappeto si sporca ancora più velocemente!